The ArgiNaRe project has the target to develop innovative hybrid materials, based on waste and non-waste materials (eg clays), after synthetic, environmental friendly (ie without any environmental impact) and eco-sustainable modifications (ie with low energy expenditure and dispersion of heat in the environment).

These hybrid systems, thanks to the intrinsic nature of the organic-inorganic polymeric matrix, based on functional cross-linkers and on clays, are innovative materials for the absorption and induction of biodegradation of hydrocarbon pollutants poured into the sea; furthermore, these materials can also be applied to other environmental pollutants (eg heavy metals, waste oils, organic compounds).

In particular, the proposed materials have a high oil-absorbing capacity in absolute terms (quantity of contaminant absorbed per quantity of substance per unit of time).

Here a video on the functioning of our products by Angelo Pepe (UniMe): https://youtu.be/sVXYDAOaFgE

27 total views, 2 views today

Versatilità

I materiali ibridi sviluppati grazie al progetto ArgiNaRe possono essere geopolimerizzati sotto forma di monoliti o mattonelle, applicati come rivestimenti o impregnanti di varie superfici tramite processi di grafting, per l’ottenimento di nuovi materiali funzionali (es. carta, tessuti, polveri).

Innovazione

I prodotti di sintesi grazie alla natura intrinseca della matrice organica polimerica, basata su cross-linker funzionali e su argille naturali, risultano dei materiali innovativi avanzati (KET secondo l’UE) per l’assorbimento e l’induzione della biodegradazione di inquinanti idrocarburi versati in mare.

Ecosostenibilità

In linea con gli obiettivi dell’economia circolare, adottati dall’ Unione Europea, i materiali innovativi dopo l’uso possono essere recuperati e rigenerati (o chimicamente e/o biologicamente) e pertanto riutilizzati per altri cicli di assorbimento/ degradazione dei contaminati organici.

Traguardi

Il nostro progetto frutto di un lavoro multidisciplinare dei membri del Team, si è classificato primo alla Start Cup UniMe 2018, ha superato la fase regionale della Start Cup Sicilia 2018 di Palermo, e si è posizionato tra i primi 4 progetti nella categoria Cleantech & Energy del PNI 2018 tenutosi a Verona.